"mi do alla poesia perché al momento non vi è nulla di più rivoluzionario" (mio pensiero mattutino)
.
Annunci online

larosainpiu
LITtle blog di Salvatore Sblando
di questi e d'altri versi

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

sono passati di qua in 425514

pagerank

Wikio Wikio

 


 

Felice di aver (poco!) aiutato Sal a creare il suo blog! Nausica
["Non chiederci la parola che squadri da ogni lato l'animo nostro informe"] 

 


 

 Il mio primo libro di poesie:

DUE GRANELLI NELLA CLESSIDRA

 Ed. LietoColle

More about Due granelli nella clessidra

... due argomenti universali si trovano qui declinati con estrema precisione e determinatezza: lo spazio e il tempo. Così come il tema del tempo balza agli occhi con icastica urgenza nel titolo della silloge, in quella clessidra semivuota che è poi non a caso anche l'incipit di una poesia, parallelamente le due sezioni in cui si articola la raccolta, "Paesaggi possibili" e "L'altrove", evocano immediatamente una spazia­lità che si gioca tra la concretezza e la potenzialità.  

E, come si è detto, questa geografia dell'anima che percorre i testi è ali­mentata da riferimenti precisi e determinati, fra cui senza dubbio emer­ge inconfondibile il profilo di Torino, la città dell'autore. Una Torino in­dividuata con un'esattezza toponomastica e descrittiva che stempera il coinvolgimento emotivo dell'autore verso i paesaggi e i personaggi che animano le scene di vita urbana quotidiana.  

[...] Il tempo esatto del passaggio degli autobus che si contrappone e completa un altro tempo, un tempo che sfugge e che spesso non si riesce a definire [...]Le ore, gli attimi che sfuggono ritornano con una ricorsività che si fa qua­si angoscia  

[...] (e) una figura di donna ad apparire al termine della raccolta, una "sconosciuta" che piace pensare sia figura della poesia stessa

  (dalla prefazione di Serena Focaccia)

 

  


 Salvatore Sblando
Salvatore Sblando

Crea il tuo badge

 


 

La mia pagina FB, dedicata  

alla musica dei NOMADI

NOMADI

Promuovi anche tu la tua pagina

 


 

CULTURA
Rassegna di poesia Tra San Babila e Duomo
19 settembre 2011
CULTURA
Libreria Belgravia, appuntamenti musicali del 16 e 17 settembre
11 settembre 2011

BELGRAVIA LIBRERIE TORINO

IN VIA VICOFORTE 14/D


VENERDI’ 16 SETTEMBRE ORE 18,00


IN COMPAGNIA DI JOSEPHINE

Spettacolo tratto dal romanzo MIELE E KEROSENE di Luca De Antonis che racconta la storia di Josephine Baker:

Luca De Antonis: voce e tromba

Giancarlo Capozzoli pianoforte

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Info: 011.3852921 – 347.5977883 - libreria.belgravia@gmail.com



SABATO 17 SETTEMBRE ORE 18,00


MUSICHE DI Franz Joseph Haydn E DI Claude Debussy

Eseguite dal QUARTETTO D’ARCHI ARAMIS

Teresa Barbieri e Gabriele Schiavi: violini

Luisa Ratti: viola

Francesca Villiot: violoncello

E’ un appuntamento di MI.TO. PER LA CITTA’

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Info: 011.3852921 – 347.5977883 - libreria.belgravia@gmail.com


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. libreria belgravia

permalink | inviato da Salvatore Sblando il 11/9/2011 alle 20:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CULTURA
A®T:TRAZIONE
1 settembre 2011
COMUNICATO STAMPA

La rassegna: A®T:TRAZIONE

Progetto: Teo DE PALMA

Ente Promotore: Amministrazione Comunale di San Severo (Fg)

Coordinamento per la Poesia: Enrico FRACCRETA

Coordinamento tecnico: Imagecom, San Severo

Interventi recitati: Francesco GRAVINO

Interventi musicali: Edgardo CAPUTO

Periodo: 6,7,8 settembre 2011

Location: Chiostro del Palazzo di Città, Piazza Municipio, SAN SEVERO (Fg)

Nell’ambito delle manifestazioni promosse, per l’estate 2011, dall’Amministrazione Comunale di San Severo, si svolgerà nei giorni 6, 7 e 8 settembre 2011, nel chiostro del Palazzo di Città, il festival di poesia e videoarte : A®T-TRAZIONI

PROGRAMMA

6 settembre, ore 20,00

saluto delle Autorità

reading di poesia: con i poeti Irene Ester LEO e Raffaele NIRO

VIDEA 3, curata da Annamaria RESTIERI.

Giunta al suo terzo anno, la rassegna si arricchisce di idee e contenuti: il tema di questa edizione è “lo specchio”, inteso come riflesso, doppio, proiezione e deformazione: immagini riflesse e desunte da un immaginario onirico diventano veicolo di un messaggio sociale espresso dalle giovani videoartiste Alessia TRAVAGLINI, Silvia CAMPORESI, Irene CORTI, Patrizia MONZANI, Alia SCALVINI, Azzurra DI TOMMASI, Carmen LAURINO, Chiara SCHIAVON, Alessandra FABBRI, Marcella VANZO, Giovanna PASTORELLI, Lucia VERONESI, Maddalena VANTAGGI, Gaia BARTOLINI, Tiziana ABRETTI, Cristina MELONI, Manuela DE LOS ANGELES, Elena LOMBARDI, Valeria COLONNELLA, Marisa VALLONE, Maria Giovanna AMBROSONE, LA CRUNA, Alice UNGARO.

La rassegna è stata realizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Siena, Facoltà di Lettere e Filosofia, Cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea. Con L’Università degli Studi di Ferrara, Facoltà di Lettere e Filosofia, Cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea, e FRaC, Fondo Regionale di Arte Contemporanea, Baronissi (Sa).

7 settembre, ore 20,00

Reading di poesia: con i poeti Enrico FRACCACRETA, Manlio MANCUSO, Lucio TOMA

VIDEOCOCKTAIL, a cura di Marcella FERRO e Pasquale RUOCCO.

La rassegna si propone come selezione di giovani videomakers, soprattutto italiani, particolarmente attenta alle varie declinazioni del video, dall’analogico al digitale, dal cortometraggio all’animazione, e al suo rapporto con il web, sempre più spazio privilegiato dagli artisti per condividere il proprio lavoro. Gli artisti: Barbara AGRESTE, Dante ALBANESI, Maria Giovanna AMBROSONE, Paul BEEL, Francesco BICCHERI & Francesco CAPPONI, Alberto FINOCCHIARO, Silvio GIORDANO, Vito Antonio GUGLIELMINI, KINDERGARTEN, Marco LAMANNA, Paola LUCIANI, SUIT CASE, Danilo TORRE

IMAGES, a cura di Teo de Palma. Video di: Elena BIRINGHELLI, Ombretta GAZZOLA, Ruggero MAGGI, Claudia MAINA, Francesca Anita MODOTTI, Mauro RESCIGNO, WHYNOT

8 settembre, ore 20,00

RESCIGNO, WHYNOT RESCIGNO, WHYNOT

Reading di poesia: con i poeti Antonello CASSANO, Emilio COCO, Sergio D’AMARO, Salvatore RITROVATO

ANIMA MUNDI, a cura di Simona CARAMIA. “Se la tecnologia è l’attuale spazio dell’uomo, se la natura lo è stata in passato, e poiché non siamo partecipi di una presunta evoluzione, per cui si è dato (e si dà) inevitabilmente e involontariamente il passaggio dall’una all’altra, si può affermare che in un presente futuribile potranno coesistere come parti di un unico sistema vitale”. Contributi video di: Karin ANDERSEN, Alessandra ANDRINI, Dario CARMENTANO, Giulio DE MITRI, Armando FANELLI, Patrizia GIAMBI, GRUPPO SINESTETICO, Selene LAZZARINI, Concetta MODICA, Marco MORANDI, Marco RAMBALDI. Anna ROSSI, Diego ZUELLI.

Nelle tre serate sarà presentata una rassegna monografica della videoartista olandese Maria KORPORAL.

INFO: art-trazione@libero.it    teo.de.palma@inwind.it



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Irene Ester Leo A®T:TRAZIONE San Severo

permalink | inviato da IEL il 1/9/2011 alle 11:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
arte
I miei "Due granelli nella clessidra" secondi classificati
23 agosto 2011

Concorso “Antica Badia di San Savino” 2011

sezione B – libro edito


secondo classificato

SALVATORE SBLANDO

con

“Due granelli nella clessidra”



arte
Caterina Certa su Larosainpiu
17 agosto 2011
Albeggio

“Tra cascate e ruscelli, come fosse il disgelo
i sentieri sono corsi d’acqua
e nei fianchi della montagna
nella parte a sera dove batte il sole,
sono già spuntate le viole.”

Nell’albeggio che sa di rinascita
vedo il tempo che tenacemente passa
è perpetuo questo susseguirsi di natura e stagioni
questo carosello di anime in cerca e ricerca
nei presunti cambiamenti di indefinito

ma tutto è ciclico, uguale, nella sua unicità
immutabile



...Non resisto


Il tuo odore
come spire mi avvolgono,
mi destano dal sonno profondo,
ti respiro,
boccate di te mi entrano dentro,
come un' aroma stuzzicante,
seducente.
Sento la tua presenza,
con gli occhi socchiusi,
m'alzo dal letto ormai sfatto,
m'avvicino lentamente,
sento il tuo soffio,
aumenta la voglia di te,
il corpo,
i sensi offuscati dal desiderio ti reclamano,
già ti immagino,
moro con riflessi ambrati,
di fuoco,
eccitante,
inebriante,
.....non resisto...
ti voglio,
si, ti voglio
CAFFE' 



Tracce

Echeggiano ancora nella stanza
i passi felpati
fra le seggiole l'ironia, le risa
sul sofà gocce d'addio,

appoggiata allo stipite
la maliziosa complicità
spiava i giochi sotto la scrivania
e le mura ora celano i muti respiri
mentre il tempo s'è fermato sulle scale
nell'ultimo tuo sguardo dissoltosi sul portone.

Nei vicoli lastricati a pioggia m'inganno
con la sciarpa di seta nera
a stringermi il collo






Certa Caterina nata a Mazara del Vallo pr. di Trapani ma vivo a Piacenza, ho cominciato a scrivere verso i 40 anni per l’esigenza di esprimere ciò che mi esplodeva dentro, non so spiegare esattamente cos’è la poesia, so solo che nel mio caso le parole vengono da se quando decidono loro, è come un fiume di parole che necessitano di correre libere e niente le ferma e di trovare posto al di fuori della mia testa.
Poi questi sentimenti, emozioni vengono condivise fatte proprie da chi le legge perché alla fine sono stati d’animo che tutti hanno, ma alcuni hanno la fortuna di riuscire a mettere su carta.La poesia accomuna tutti noi ci fa capire che non siamo soli quando proviamo sentimenti ed emozioni che spesso nemmeno capiamo ma viviamo.

Caterina e i premi di poesia
Concorso Nazionale “Città del sole” Reggio Calabria -classificata al 3° posto -28 giugno 2004, con la poesia “Le parole”
Premio speciale della giuria al VII ° Premio di poesia “Emozioni e magie del Natale” Piacenza - 11 dicembre 2004, con la poesia “Mia città”
Finalista al 17° concorso di poesia “Valtidoncello” Piacenza - 11 settembre 2005, con la poesia “Angelo”
Finalista al concorso Nazionale "Sulle tracce di Eva" Associazioni culturali IL FARO e VIA VAI Roma - 06 marzo2009, con la poesia "Grassa "
Segnalazione di merito alla III ^ Edizione Concorso Internazionale di Poesia di Aprilia (LT)- denominato: In Memoria di Carmelina Ghiotto Zini - 6 dicembre 2009, con la poesia "Tracce"
Finalista al concorso Nazionale “Sulle tracce di Eva” Associazione culturale “IL FARO” Roma - 30 aprile 2010, con la poesia “Acidate”
Concorso Nazionale “Sinfonia dialettale” Roma -2° classificata – 10 settembre 2010, con la poesia “Vecia preseinza” ( Vecchia presenza ) dialetto piacentino
Segnalazione di merito al Concorso Nazionale “Valente Faustini” Piacenza – 26 marzo 2011, con la poesia
“Sulévam al côr” (Sollevami il cuore ) dialetto piacentino
Finalista al Concorso Nazionale “Sinfonia dialettale” Roma - 9 agosto 2011 con la poesia “Teimp ca passa “(tempo che passa).



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. caterina certa

permalink | inviato da Salvatore Sblando il 17/8/2011 alle 21:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
CULTURA
Una casa nuova
16 agosto 2011


Una casa nuova e più grande, ebbene sì. Quando si sente l'esigenza di imbiancare i muri, tinteggiare di nuovi e più vivi colori alle pareti, quando si pensa addirittura di voler provare una ristrutturazione, una nuova riproposizione di stanze, tentarne così un ampliamento, occorre guardarsi intorno cercando di capire, di trovare una soluzione a questa subitanea necessità.
La casa che mi provoca tutto ciò è questa amici miei; dal 2004 su questo spazio virtuale ho difatti condiviso con tutti voi quelle che sono state di volta in volta le mie opinioni le mie passioni, politiche, culturali, letterarie e poetiche.
Ultimamente mi sono concentrato, ho indirizzato le mie energie verso la poesia, forse perché come afferma la citazione che scorre sopra la testata, al momento non vi è nulla di più rivoluzionario.
Ho quindi condiviso testi miei ed anche e soprattutto, dato spazio a tutto quel che ha intrattenuto, abbellendolo, il mio tempo.
Avete visto così passare tantissimi autori e poeti; citarli tutti è difficile, citarne solo alcuni sarebbe fare torto a quelli che inevitabilmente dimenticherei.
Negli ultimi tempi alcuni degli autori incontrati hanno iniziato a collaborare su queste pagine avendo anch'essi come stella polare, come faro unico, la condivisione culturale.
Avete presente però quando vi accorgete che, libro dopo libro, lo spazio tra le scansie si fa sempre più ristretto? 
Con questa necessità ho deciso di ampliare lo spazio, aprendo nuove stanze, nuovi luoghi di condivisione.
Con questo spirito da settembre uno spazio rinnovato affiancherà quello già qui esistente: larosainpiu infatti avrà un ulteriore indirizzo.
Oltre a me altri autori collaboreranno per riempire gli scaffali e contribuire a rendere sempre più importante il potere della condivisione, lontana da qualunque altro tipo di logica.

Potrete infatti collegarvi a questo ulteriore indirizzo: www.larosainpiu.wordpress.com


e leggere come avete/abbiamo fatto in questi anni, di nuove storie, altrettante opinioni, nuovi testi e nuove poesie.
Larosainpiu sul Cannocchiale non chiuderà, sarebbe ingiusto non solo per il tempo che gli ho dedicato, per i pensieri che avete lasciato ma anche per gli autori e per i loro testi donati alla lettura e che tali potranno restare.

Augurandovi un arrivederci a presto, vi saluto con un brano tratto dal bellissimo libro di Amos Oz, "Una storia di amore e di tenebra".

"Avrò avuto sei anni, quando arrivò nella mia vita un grande giorno: papà liberò per me un piccolo spazio in uno dei suoi scaffali di libri, e mi permise di disporre lì i miei. A dire le cose come stavano, concesse una trentina di centimetri, cioè più o meno un quarto dello scaffale più basso. Io abbracciai tutti i miei tomi, che sino a quel giorno erano rimasti adagiati sullo sgabello accanto al letto, li portai così sino alla libreria di papà, e li disposi in piedi, per benino, il dorso rivolto al mondo esterno e il volto contro il muro. Fu una cerimonia di iniziazione, un rito vero e proprio: una persona i cui libri stanno dritti in piedi non è più un bambino ma un uomo, ormai. Ormai, ero come papà. I miei libri stavano in piedi."



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. casa larosainpiu

permalink | inviato da Salvatore Sblando il 16/8/2011 alle 10:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
arte
LE POETICHE DELLA NUOVA GENERAZIONE
13 agosto 2011

venerdì 30 settembre 2011- ore 17.00

Torino, Biblioteca Civica Villa Amoretti

Corso Orbassano, 200

Maurizio Cucchi e Mario Santagostini

presentano

LE POETICHE

DELLA NUOVA GENERAZIONE

Giovani Autori tra carta e web

Letture scelte di:

AGOSTINO CORNALI

ALESSIA FAVA

VITO FERRO

ANGELA GIORGINI

CARLA SARACINO

SALVATORE SBLANDO

SYLVIA PALLARACCI

GIORGIO PRESTINONI

SILVIA ROSA

con la partecipazione di

Michelangelo Camelliti

editore LietoColle


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia web carta nuove generazioni

permalink | inviato da Salvatore Sblando il 13/8/2011 alle 11:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto