"mi do alla poesia perché al momento non vi è nulla di più rivoluzionario" (mio pensiero mattutino)
.
Annunci online

larosainpiu
LITtle blog di Salvatore Sblando
di questi e d'altri versi

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

sono passati di qua in 1

pagerank

Wikio Wikio

 


 

Felice di aver (poco!) aiutato Sal a creare il suo blog! Nausica
["Non chiederci la parola che squadri da ogni lato l'animo nostro informe"] 

 


 

 Il mio primo libro di poesie:

DUE GRANELLI NELLA CLESSIDRA

 Ed. LietoColle

More about Due granelli nella clessidra

... due argomenti universali si trovano qui declinati con estrema precisione e determinatezza: lo spazio e il tempo. Così come il tema del tempo balza agli occhi con icastica urgenza nel titolo della silloge, in quella clessidra semivuota che è poi non a caso anche l'incipit di una poesia, parallelamente le due sezioni in cui si articola la raccolta, "Paesaggi possibili" e "L'altrove", evocano immediatamente una spazia­lità che si gioca tra la concretezza e la potenzialità.  

E, come si è detto, questa geografia dell'anima che percorre i testi è ali­mentata da riferimenti precisi e determinati, fra cui senza dubbio emer­ge inconfondibile il profilo di Torino, la città dell'autore. Una Torino in­dividuata con un'esattezza toponomastica e descrittiva che stempera il coinvolgimento emotivo dell'autore verso i paesaggi e i personaggi che animano le scene di vita urbana quotidiana.  

[...] Il tempo esatto del passaggio degli autobus che si contrappone e completa un altro tempo, un tempo che sfugge e che spesso non si riesce a definire [...]Le ore, gli attimi che sfuggono ritornano con una ricorsività che si fa qua­si angoscia  

[...] (e) una figura di donna ad apparire al termine della raccolta, una "sconosciuta" che piace pensare sia figura della poesia stessa

  (dalla prefazione di Serena Focaccia)

 

  


 Salvatore Sblando
Salvatore Sblando

Crea il tuo badge

 


 

La mia pagina FB, dedicata  

alla musica dei NOMADI

NOMADI

Promuovi anche tu la tua pagina

 


 

arte
I miei "Due granelli nella clessidra" secondi classificati
23 agosto 2011

Concorso “Antica Badia di San Savino” 2011

sezione B – libro edito


secondo classificato

SALVATORE SBLANDO

con

“Due granelli nella clessidra”



CULTURA
Due parole
22 luglio 2011

Questa notte all'orecchio m'hai detto due parole.

Due parole stanche

d'esser dette. Parole

cosi' vecchie da esser nuove.

Parole cosi' dolci che la luna che andava

trapelando dai rami

mi si fermo' alla bocca. Cosi' dolci parole

che una formica passa sul mio collo e non oso

muovermi per cacciarla.

Cosi' dolci parole

che, senza voler, dico: "Com'e' bella la vita!"

Cosi' dolci e miti

che il mio corpo e' asperso di oli profumati.

Cosi' dolci e belle

che, nervose, le dita

si levano al cielo sforbiciando.

Oh, le dita vorrebbero

recidere stelle. 

(Alfonsina Storni)

(immagine tratta dalla rete)




permalink | inviato da redhair il 22/7/2011 alle 12:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CULTURA
La Terra santa - A. Merini -
20 luglio 2011

Le più belle poesie
si scrivono sopra le pietre
coi ginocchi piagati
e le menti aguzzate dal mistero.
Le più belle poesie si scrivono
davanti a un altare vuoto,
accerchiati da agenti
della divina follia.
Così, pazzo criminale qual sei
tu detti versi all'umanità,
i versi della riscossa
e le bibliche profezie
e sei fratello di Giona.
Ma nella Terra Promessa
dove germinano i pomi d'oro
e l'albero della conoscenza
Dio non è mai disceso né ti ha mai maledetto.
Ma tu sì, maledici
ora per ora il tuo canto
perché sei sceso nel limbo,
dove aspiri l'assenzio
di una sopravvivenza negata.

- Alda Merini -


 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alda merini la terra santa

permalink | inviato da redhair il 20/7/2011 alle 11:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
arte
Tuscania 23/7/11: Versi di mezza estate, poetry walking
11 luglio 2011

LietoColle

con la partecipazione di

Ennio Cavalli

padrino poetico

realizza l'evento

VERSI DI MEZZA ESTATE

Poetry Walking in Tuscania

sabato 23 luglio 2011

TUSCANIA (VT)

Letture di:

Marco Annicchiarico

Salvatore Contessini

Flaminia Cruciani

Maurizio A. Molinari

Gianni Montieri

Terry Olivi

Rita Pacilio

Sylvia Pallaracci

Lucia Pinto

Rosa Riggio

Salvatore Sblando

Anna Toscano

coordinati da

Diana Battaggia


ore16,00: Cantina Teatro

ore 18,30: Lavatoio

ore 21,00: Lungo il fiume Marta, con lanterne


arte
Bando "Verba Agrestia" 2011 - scad 1.9.11 e Premio Pittura De Albertis III edizione
7 luglio 2011

BANDO VERBA AGRESTIA IX edizione - 2011



L’Associazione culturale Le Formiche
e
LietoColle

con la partecipazione del Comune di Gallarate, Assessorato alla Cultura
e con la collaborazione della Società Gallaratese Studi Patri

indicono

IX edizione del concorso di Poesia 

VERBA AGRESTIA

a partecipazione gratuita con tema:

L’UTOPIA

Lungo infinito inseguimento


Il concorso è aperto a tutti, senza limiti di età, e la partecipazione è gratuita.


L'uomo senz'utopia sarebbe come un mostruoso animale

fatto d'istinto e raziocino... una specie di cinghiale

laureato in matematica pura

Fabrizio De Andrè

Utopia: etimologicamente il non-luogo, uno spazio immaginario e ideale, un regno che l’uomo ha sempre coltivato dentro di sé rincorrendolo per secoli.

Ma tutto ciò che l’uomo fa è attraversato da una lacerazione. Così anche l’Utopia mostra due volti.

Da un lato l’inseguimento dell’ideale, il ritorno del paradiso in terra, l’armonica convivenza fra le genti, la ricerca della società perfetta, perduta e da ritrovare o da costruire in un futuro ipotetico. L’Utopia è simbolo della speranza, del singolo e della comunità, che le contraddizioni della realtà e le sofferenze della vita possano placarsi in un non-luogo che diventi il luogo di una diversa umanità.

In una dolorosa contrapposizione, la storia mostra il volto feroce dell’Utopia come fuoco che alimenta il fanatismo, l’intolleranza e il totalitarismo. La pluralità della condizione umana deve essere violentemente appianata dalla forza coercitiva di un’idea che unisca, volenti o nolenti, i popoli e gli individui.

Nella nostra epoca, dove la speranza collettiva ha perso il suo fascino ammaliatore, l’uomo coltiva l’Utopia come uno spazio di serenità propria, un luogo da inseguire per la soddisfazione del proprio animo. L’Utopia resta così, davanti a noi, un motore delle nostre emozioni.

Dopo la positiva esperienza della precedente edizione, si è scelto di mantenere il tema per il presente Concorso di Poesia e per la 3^ edizione del Concorso di Pittura G. De Albertis: viene quindi richiesto di indagare il rapporto tra uomo e Utopia, il lungo inseguimento, sia sul piano sociale, sia su quello individuale.

Quella espressa vuole essere una semplice traccia attorno alle quale svolgere l’edizione 2011 del concorso Verba Agrestia nell’ambito del quale verranno selezionati i testi che andranno a comporre la nuova antologia. Utilizzando il metodo ormai consolidato nelle precedenti edizioni, la Giuria orienterà le proprie valutazioni sulla base di attribuzione di punteggi che saranno massimi per i componimenti che si distingueranno per attenzione alla “scansione ritmica” dei versi ed alla loro “armonia”, così da celebrare il nesso tra forma e contenuto poetico.

REGOLE

Al concorso non possono partecipare i vincitori delle ultime due edizioni.Ogni concorrente può presentare:


- massimo 2 poesie inedite (mai pubblicate su carta), in lingua italiana, per massimo 28 versi ciascuna (comprese spaziature interne ai versi, titolo e nome autore), carattere Arial grandezza 12


- termine ultimo per l’invio: 1 settembre 2011


- invio dei testi, in un unico documento formato Word, alla Segreteria del Premio unicamente via mail a premioverbaagrestia@lietocolle.com


- nella mail di accompagnamento – con oggetto PREMIO VERBA AGRESTIA 2011 - indicare i dati personali, indirizzo, breve notizia biografica e la seguente dichiarazione: "Dichiaro che le opere da me presentate a codesto concorso sono opere di mia creazione personale, inedite, non premiate o segnalate ad altri concorsi. Sono consapevole che false attestazioni configurano un illecito perseguibile a norma di legge. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi della disciplina generale di tutela della privacy (L. n. 675/1996; D. Lgs. n. 196/2003) e la pubblicazione del testo eventualmente selezionato nell’antologia edita LietoColle".


L’infrazione di una di queste regole porterà all’esclusione del concorrente.


Le selezioni della rosa dei candidati saranno comunicate – entro lunedì 10 ottobre 2011 - personalmente agli interessati e saranno rese pubbliche mediante l’inserimento sui siti www.lietocolle.com e www.angoloweb.net.

I vincitori saranno annunciati durante la serata di premiazione del 26 novembre 2011 – ore 21 a Gallarate. La sede della premiazione verrà comunicata successivamente.



PREMI 


Premio speciale della critica


Le poesie premiate ed eventuali altre opere meritevoli partecipanti al concorso verranno inserite, su segnalazione della giuria, in un’apposita antologia pubblicata da LietoColle. L’antologia, inserita nel catalogo della casa editrice, sarà distribuita nelle principali librerie del territorio nazionale e sarà a disposizione a partire dalla serata di premiazione.


I premiati




Il primo classificato riceverà un premio di 600 euro, un oggetto artistico e la pubblicazione di una plaquette nella collana Solodieci di LietoColle.

Il secondo classificato riceverà in premio 200 euro e un oggetto artistico. 

Il terzo classificato riceverà in premio 100 euro e un oggetto artistico.


La Giuria


La Giuria composta da Franco Buffoni (Presidente), Salvatore Contessini e Laura Lucia Rossi si riserva il diritto di non assegnare uno o tutti i premi nel caso la qualità dei componimenti presentati non venga ritenuta sufficiente.

Il giudizio della Giuria è insindacabile


**********


BANDO ARTISTICO Giuseppe De Albertis

III edizione - 2011



L'Associazione culturale Le Formichee

LietoColle


con la collaborazione della Società gallaratese Studi Patri e del Museo del Fango di Messina

e con la partecipazione del Comune di Gallarate, assessorato alla Cultura,



indicono 


III edizione del concorso di PitturaGiuseppe De Albertis


a partecipazione gratuita

Regolamento

In analogia al tema del Concorso di Poesia “Verba Agrestia” IX edizione, le opere presentate dovranno ispirarsi al tema

L’UTOPIA

Lungo infinito inseguimento

Il bando è aperto a tutti gli artisti e la partecipazione è gratuita. Le opere proposte possono essere realizzate con qualsiasi tecnica su un supporto di dimensioni minime 50x60 cm e massime 70x100 cm.

Ogni partecipante può concorrere con una sola opera.

Le immagini delle opere vanno inviate via mail a redazione@angoloweb.net

La mail deve contenere:

· oggetto: Premio Giuseppe De Albertis 2011

· nel corpo mail: breve biografia dell'artista, dati personali (data nascita, indirizzo, telefono) e la seguente dichiarazione:

· Dichiaro che l'opera da me presentate a codesto concorso è di mia creazione personale, inedita, non premiata o segnalata ad altri concorsi. Sono consapevole che false attestazioni configurano un illecito perseguibile a norma di legge. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi della disciplina generale di tutela della privacy (L.n.675/1996; D.Lgs.n.196/2003) così come, in caso di selezione, autorizzo l'utilizzo dell'immagine quale copertina del volume antologico "Verba Agrestia IX ed" - edito LietoColle, senza richiedere compenso alcuno.

Allegato mail: immagine dell'opera proposta, formato JPG, risoluzione minima 300 DPI

Termine di invio: 1 settembre 2011

Le selezioni della rosa dei candidati saranno comunicate - entro lunedì 10 ottobre 2011- personalmente agli interessati e saranno rese pubbliche mediante l'inserimento sui siti www.lietocolle.com, www.angoloweb.net e www.museodelfango.it. Il vincitore sarà annunciato sabato 26 novembre 2011.

Premi

La Giuria selezionerà le 13 opere migliori: queste potranno essere consegnate direttamente presso la sede del Museo Studi Patri o spedite, con spese di spedizione a carico del mittente, all'indirizzo del Museo stesso; in ogni caso dovranno pervenire entro e non oltre il 5/11/2011. Le opere saranno esposte nel corso di due mostre dedicate: la prima presso la sede della Società Gallaratese Studi Patri, a Gallarate (VA), via Borgo Antico 4. La mostra di Gallarate sarà inaugurata nel pomeriggio di sabato 26/11/2011 precedendo la premiazione del concorso di Poesia Verba Agrestia, e rimarrà aperta fino al 4/12/2011. La seconda mostra sarà ospitata dal Museo del Fango di Messina (http://www.museodelfango.it/), con inaugurazione sabato 17 dicembre 2011 e chiusura venerdì 13 gennaio 2012. L’opera vincitrice resterà di proprietà dal Museo del Fango come parte della sua collezione permanente, l’autore dell’opera riceverà un premio di 500€, un oggetto artistico e la sua opera sarà inserita sulla copertina dell'antologia "Verba Agrestia 2011”, edita da LietoColle e distribuita su tutto il territorio nazionale.

Il secondo classificato vedrà la sua opera pubblicata sulla quarta di copertina della stessa antologia “Verba Agrestia 2011”.

Tutte le altre opere selezionate – ad esclusione di quella prima classificata - rimarranno di proprietà dei rispettivi autori: in caso di vendita di un'opera nel corso di una delle due mostre il 10% del ricavato andrà agli organizzatori come contributo.

I costi di trasporto delle opere tra Gallarate e Messina (andata e ritorno) sono a carico degli organizzatori. Le opere saranno quindi disponibili per il ritiro presso il Museo Studi Patri di Gallarate dopo la conclusione della mostra di Messina, a meno che l’autore faccia esplicita richiesta scritta per ritirare la propria opera a Messina.

La Giuria è composta dal maestro Michele Cannaò (presidente), da Elisa Cataldi e Laura Conconi.

La Giuria si riserva il diritto di selezionare un numero diverso di opere da quello indicato (con un minimo di 10 e un massimo di 15) a seconda della qualità delle opere presentate. Il giudizio della Giuria è insindacabile.

CULTURA
''Una terra che nessuno ha mai detto'' a Lecce - Libreria Gutenberg
2 luglio 2011
"Poesie (...) che ci parlano di una esistenza - la sua, la nostra – fatta di dolori e amori che si sporgono come cavalli ad abbeverarsi all'acqua desiderata dell'autentico. O come mani che si aprono in suppliche violente, a occhi aperti nel buio o in una luce non nostra”.
Davide Rondoni - “Il sole 24ore” - 24 ottobre 2010.
Nell'accogliente location della Libreria Gutenberg di via Cavallotti 1/e di Lecce, sempre attenta e sensibile alle voci nuove del panorama letterario nazionale, si profila un nuovo appuntamento da non perdere. Lunedì 11 luglio dalle ore 19, Elisabetta Liguori introdurrà e curerà un dialogo/reading all'insegna della poesia con Irene Ester Leo, autrice di ''Una terra che nessuno ha mai detto'', raccolta poetica curata da Edizioni della Sera. Sarà presente l'editore Stefano Giovinazzo. Siete invitati a partecipare numerosi!

“La poesia della giovane e promettente autrice salentina vive di luce, una luce lirica che avvolge un Sud greco, un Sud apollineo più che barocco. Il suo è un respiro prevalentemente lungo, che talvolta tracima nella prosa. Un ritmo che va verso il non-finito, si distende in una musicalità suggestiva e sinuosa, per poi contrarsi come nello spavento di un silenzio improvviso.” – Andrea Leone (Dalla prefazione al testo).

Il libro: http://www.edizionidellasera.com/2010/09/01/una-terra-che-nessuno-ha-mai-detto/

arte
POKER POETICO - Torino, 9 luglio 2011
24 giugno 2011

Anna Raffaella Belpiede è nata a Cerignola in Puglia, vive e lavora a Torino. Madre di due figlie. Sociologa, formatrice ed esperta in mediazione culturale e dei conflitti. Lavora presso le Biblioteche civiche di Torino dove è responsabile della progettazione e dell’intercultura. Autrice di numerosi articoli sulle tematiche interculturali, ha curato i seguenti saggi: “La mediazione culturale” (Utet libreria, 2002), “La professione di mediatore/trice culturale. Ricerca comparata sulle tipologie concettuali e pratiche di utilizzo della risorsa immigrata in campo sociale nell’area dell’intercultura” (Associazione Alma Terra di Torino, Regione Piemonte, 1999) e “Midab. I fili spezzati della seconda generazione e la sfida del protagonismo”(Città di Torino, Commissione Europea, 2001)."L'amare delle donne" è la sua opera prima poetica.


Vito Ferro è nato a Torino il 14 agosto 1977, scrittore e presidente dell’Associazione culturale Ombre. Collabora con numerose riviste.

I suoi racconti, “La notizia” e “Colpo di Stato”, sono presenti nelle antologie La carica degli ex e Racconti sotto l’ombrellone (Giulio Perrone Editore, 2007). Ha pubblicato il romanzo “Condominio reale” per i tipi delle Edizioni di Latta, Milano 2007.

Per poesia, a seguito dell’assegnazione del primo premio del Concorso Verba Agrestia 2007, ha pubblicato nel 2008 con LietoColle “Mentre la luce sale”.


Silvia Rosa (il cui nome completo è Silvia Giovanna Rosa, ma si di­mentica sempre di scriverlo per intero) nasce nel 1976 a Torino. Vive appena fuori città, in un piccolo Comune adagiato lungo il Po, ai piedi della verde collina torinese.

Laureata in Scienze dell'Educazione, scrive poesie e racconti, che ha pubblicato qua e là su riviste e blog e che compaiono anche su alcune antologie collettive di Concorsi Letterari a cui ha preso parte, risultan­do, ogni tanto, tra i vincitori.

"Di sole voci" è la sua opera prima, quel che ama definire il suo battesimo di carta.


Salvatore Sblando è nato nel 1970 a Torino, dove attualmente risiede e lavora in qualità di dipendente della locale azienda di trasporti. Con testi poetici inediti è risultato finalista in concorsi nazionali ed internazionali - e sue liriche sono pubblicate in antologie. Collaboratore LietoColle, partecipa attivamente a readings e manifestazioni poetiche. Con la sua opera prima -Due granelli nella clessidra” (LietoColle, 2009) – giunta alla seconda edizione – ha ottenuto una segnalazione di merito al Premio Beppe Manfredi 2009, una menzione d’onore al Premio la Città del Principe – Carignano 2010 e il secondo premio al Rodolfo Valentino II edizione.


sfoglia
luglio