Blog: http://larosainpiu.ilcannocchiale.it

Fertile (mio inedito)

("Sogno serale" di Antonello Atzori)



FERTILE

Forse è l’impaccio di un abbandono
l’impiccio di un proiettarsi all’angolo
lo spogliarci d’ogni noi ad imprigionare
un rovo d’affanni

Come a cavalcare la neve
imbracciamo le labbra della notte
per farne arma e soffocare
ogni minuto di sonno

Hai tolto l’ultimo maglione
quel ch’è fertile ora scalda
il rifugio di una realizzata solitudine
dove il vivere una nudità senza pelle
ed il provenire senza genere
divengono essenza
sopra i morbidi spilli di un bacio



Pubblicato il 2/4/2011 alle 9.0 nella rubrica pensieri.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web